Vendere

Perché vendere all'asta con Collezioni della Lira

Vendere all'asta è oggi la scelta più razionale e presenta notevoli vantaggi:



1- Collaborazione
A differenza dell'antiquario e del mercante d'arte, ovvero del professionista che acquista la merce per proprio conto al fine di trarne un profitto, Collezioni della Lira agisce in qualità di mandataria conto terzi e guadagna unicamente sulle provvigioni. Tra le parti vi è dunque piena unità di intenti: lo scopo è quello di valorizzare i beni proposti dal privato per venderli al miglior prezzo possibile. Più il venditore guadagna, più anche noi guadagniamo.



2- Visibilità mondiale
Grazie ad internet e ad una pubblicità mirata, il pubblico che raggiungiamo è il più ampio possibile. Ogni lotto viene proposto ad una clientela internazionale selezionata, composta da decine di migliaia di collezionisti di tutto il mondo, i quali chiedono di essere informati sugli artisti e sulle categorie di opere di loro interesse. Nessun altro canale consente di raggiungere un numero così ampio di persone.



3- Pieno controllo delle opere da parte del proprietario
In virtù di questa ampia visibilità, non è affatto necessario che il cliente consegni fisicamente le opere presso la nostra sede. Certamente avere le opere in sede è un vantaggio, in quanto ci consente di elaborare foto professionali, condition report, e soprattutto di mostrarle alla clientela di passaggio, ma dal momento che la visibilità nel web è infinitamente maggiore, possiamo farci carico della vendita di opere a centinaia se non migliaia di chilometri di distanza. Tutto quello che serve è un buon numero di foto dettagliate degli oggetti.



4- Nessuna spesa a carico del venditore
Il cliente che sceglie di affidarci i propri beni non deve affrontare alcuna spesa eccetto il trasporto delle opere (sebbene come detto esso non sia indispensabile), in quanto
Collezioni della Lira si farà carico di tutte le spese inerenti alla vendita: la consulenza degli esperti, le fotografie professionali, la catalogazione, la pubblicità. Al cliente verrà richiesta un'unica commissione, la cui entità andrà concordata in base al valore dei beni, e che verrà addebitata solo in caso di vendita avvenuta.



5- Riservatezza.
A differenza delle principali piattaforme di aste online, i risultati della vendita non rimangono pubblicati, il che consente di non compromettere il valore dei lotti invenduti, ed al contempo di mantenere la massima riservatezza sul venduto. Inoltre,
garantiamo sempre un prezzo di riserva qualunque sia il valore del bene.


Come vendere



Valutazione

Il primo passo consiste nella richiesta di una valutazione dei beni che si desidera vendere. Occorre pertanto inviare foto dettagliate al nostro indirizzo email collezionidellalira@gmail.com o su WhatsApp al 3472366214 specificando alcune informazioni:

    - nome dell'artista, anno e titolo dell'opera (se presenti)
    - notizie sulla provenienza, eventuale presenza di documentazione d'acquisto ed expertise
    - dimensioni dell'opera, supporto e tecnica, nonché eventuali difetti ed altre informazioni sullo stato di conservazione

Qualora il materiale proposto sia idoneo alla vendita all'asta, sulla base delle informazioni ricevute verrà espressa una stima, ovvero un'indicazione sul prezzo di vendita che realisticamente potrà essere raggiunto da ogni lotto durante la gara.

     

Prezzo di riserva

Se la valutazione verrà ritenuta soddisfacente, si concorderà un prezzo di riserva, ovvero il prezzo sotto il quale ogni lotto non potrà essere venduto.
Se durante l'asta le offerte ricevute fossero più basse del prezzo di riserva, il lotto risulterà invenduto.



Consegna dei beni o delle fotografie

A questo punto il venditore avrà due opzioni: consegnare le opere d'arte in deposito o custodirle presso il proprio domicilio. Nel secondo caso sarà necessaria almeno una foto ad alta risoluzione e su sfondo bianco di ciascuna opera.


Mandato di vendita

Una volta concordato il prezzo di riserva e la provvigione spettante a Collezioni della Lira (provvigione che, come detto, verrà addebitata solo in caso di vendita), si procederà alla compilazione del Mandato di vendita, ossia il contratto per mezzo del quale il mandante affida alla casa d'asta il compito di alienare i beni di sua proprietà.
Nel mandato sono riportati i dettagli sulle opere, il prezzo di riserva, l'entità della provvigione ed i termini contrattuali.



Liquidazione del mandato

Se durante l'asta uno o più lotti avessero ricevuto offerte vincenti,
Collezioni della Lira incasserà l'importo della vendita e provvederà a rimborsare il mandante secondo le modalità concordate. Nel caso in cui il mandante avesse tenuto i beni presso il proprio domicilio, sarà lui a doversi occupare della spedizione: non appena la Casa d'Aste avrà confermato la ricezione del pagamento da parte dell'acquirente, il venditore sarà tenuto a spedire i lotti. Fino ad allora la Casa d'Aste garantirà la custodia della somma incassata. Una volta che la spedizione sarà arrivata a destinazione, Collezioni della Lira procederà alla liquidazione del mandante il primo giorno utile.
In caso di invenduto, il venditore potrà decidere di riproporre i propri beni in un'asta successiva o di ritirarli senza alcun costo.


 


Siamo alla ricerca di opere d'arte per la prossima asta autunnale. Si prega di inviare foto a collezionidellalira@gmail.com o tramite WhatsApp al 3472366214
TERMINE DI CONSEGNA 1 SETTEMBRE 2019